calendario con orari di alba e tramonto a Torino

Dicembre 2016

Il Sole oggi a Torino sorge alle 07:56 e tramonta alle 16:47, la luna ha un età di 9.6 giorni

Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Domenica
28
29
30
07:48
16:49
1
2
3
4
5
6
7
8
07:56
16:47
9
10
11
12
13
14
08:01
16:48
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
1

Webcam su Torino


Per segnalazioni di webcam e siti meteo in zona usate i commenti

Clima

Tratto da Wikipedia (autori):
Torino ha un clima temperato sub-continentale, con inverni freddi e relativamente asciutti ed estati calde e talvolta afose per la scarsa ventosità della pianura Padana occidentale.

Al contrario dell’immagine di una città grigia e nebbiosa, fenomeno peraltro sempre meno frequente, è da rilevare che negli ultimi anni gli inverni sono stati secchi e con pochi giorni di neve e non particolarmente freddi.

Va osservato che l’isola di calore, un fenomeno comune a tutte le città, rende l’area urbana di Torino più calda della campagna circostante: nella media annua la differenza è di 1,9 °C ed è maggiore nelle temperature minime (di 2,8 °C più elevate in città rispetto alla campagna) che nelle massime (città più calda di 1,0 °C).

L’escursione termica annua di 20,9 °C è abbastanza ampia, tipica delle aree di pianura lontane dal mare, mentre l’escursione termica diurna è compresa tra poco più di 6 °C da Novembre a Gennaio e gli oltre 9 °C dei mesi estivi, i più soleggiati.

Tuttavia l’arrivo del föhn, il vento da ovest e nordovest secco e caldo tipico di Torino, che si riscalda per compressione nel discendere dall’arco alpino, può causare in inverno rialzi termici anche di 20 °C in poche ore.

I periodi più piovosi sono il trimestre da Aprile a Giugno e il mese di Ottobre. Il minimo più accentuato e duraturo delle precipitazioni è situato in inverno, ed è seguito dal minimo secondario di Luglio.

Le precipitazioni della tarda estate, che sulla carta sembrano rappresentare un ulteriore minimo secondario, sono molto variabili a seconda degli anni.

Precipitazioni prolungate, specie in primavera ed autunno, sono causate da correnti sinottiche tra S ed E, legate a depressioni stazionanti sul Mediterraneo occidentale (tipicamente il golfo di Genova) o sul vicino Atlantico: la catena alpina ostacola le masse d’aria provenienti dal mare, e fa sì che le piogge si scarichino tutte sui primi versanti montani e sulla pianura adiacente.

Tali configurazioni possono apportare oltre 100 mm di pioggia in 24 ore: 139 mm caddero su Torino durante l’alluvione del 5 novembre 1994. I temporali, in media circa 20 per anno di cui 2 con grandine, si verificano quasi esclusivamente nei mesi da Aprile a Ottobre e causano piogge meno durevoli ma ancora più intense: il 1° Luglio 1987 caddero 60 mm in un’ora.

La quantità di precipitazione annua (833 mm) si è conservata sostanzialmente immutata da metà Ottocento ad oggi.

L’altezza cumulata della neve 28 è cm l’anno. In passato la quantità di neve era molto maggiore: la media annua era di 60 cm nell’Ottocento e di 46 cm nel periodo 1901-1960.

Il riscaldamento del clima si è ulteriormente intensificato durante gli ultimi vent’anni, comportando una diminuzione delle giornate nebbiose e stagioni eccezionalmente anomale quali l’estate del 2003 e l’inverno del 2007.

Nella torrida estate del 2003 le stazioni meteorologiche cittadine poste a 2 m sul suolo hanno rilevato l’11 Agosto temperature massime comprese tra 40,3 °C e 41,6 °C.

A seguire le temperature medie massime e medie minime per i vari mesi dell’anno:

MeseMinima mediaMassima media
Gennaio-0.45.8
Febbraio1.58.3
Marzo4.913.2
Aprile8.517.2
Maggio12.521.2
Giugno16.125.4
Luglio19.028.3
Agosto18.127.1
Settembre14.923.5
Ottobre9.817.5
Novembre4.310.4
Dicembre0.66.8

Link utili